Puoi arrivare da qualsiasi parte, nello spazio e nel tempo, dovunque tu desideri.

martedì 12 luglio 2016

Negarsi l'amore

Chi si nega l'amore è folle, io l'ho sempre pensato, detto, ribadito.
Non solo dell'amore per se stesso, ma anche dell'amore dell'altro. Quest'ultimo secondo me anche in grado di innescare meccanismi di salvezza.
Ebbene la difficoltà di amare me stessa con la potenziale misura di cui sono capace per l'altro, sommata alla distanza che mi separa regolarmente dall'uomo giusto e seppur non giusto quanto meno ravvicinato alle mie sensazioni, mi ha portato a una inattesa decisione, forse e razionalmente per la prima volta: dare una sorta di taglio all'amore a cui tanto e disperatamente anelavo, semplicemente perché non ne riconosco né la presenza né le possibilità e la facilità.
Sarà sicuramente felice la macchina del lavoro semmai andrà in porto. Una donna capace di tenere testa ai sentimenti è una donna capace di carriera, è la dura legge di certi mercati. Purtroppo a volte la vita ti costringe ad unirti indissolubilmente alla sofferenza.
Io allora ho deciso di imparare ad accettare tutto questo, non sempre le strade sono agevoli e io lo sapevo...ora devo solo riconoscerlo anche a costo di aprire la porta alla rassegnazione.
Non è la luce naturale a spingermi in una tale direzione è ovvio, è luce artificiale ma pur sempre luce è.

6 commenti:

franco battaglia ha detto...

Una marea di gente si nega l'amore. Ovvero se ne crea uno innocuo, che non rechi sofferenza, ma neanche sussulti, che non imponga lacrime, ma neanche lacrime di gioia, che non infastidisca e che non voglia essere infastidito. Perché direte voi? Perché per la sicurezza si sacrifica la felicità, e anche di più: i sogni, le aspettative, le speranze. Per un tozzo di sicurezza. Si fanno un sacco di caxxate.

Semplicemente Io Shane ha detto...

Ciao! Piacere di conoscerti!
La penso come te...e il tagliol'ho fatto!

Apprendista Nocchiero ha detto...

"E quando sai che puoi farne a meno e non ci stai pensando nemmeno, si cos'accardà?
Quel che ti occorre, lì per lì ti ariiverà"

Smetti di cercare ciò che arriverà in ogni caso nel tempo.

Nina ha detto...

Benvenuta.
I tagli aiutano a diventare rocce...ci stiamo trasformando, ma se in bene o in male non lo so ancora.

annalisa silingardi ha detto...

Nina, questa che sto per dirti è una banalità, ma allo stesso tempo è una verità sacrosanta.
Quando amerai veramente te stessa, riconoscerai tranquillamente senza fatica, chi non sa o non può amarti e non ti costerà nulla dimenticarlo. Fidati.

TrecceNere ha detto...

Non ne sei convinta, si sente da come scrivi.
Luce artificiale ... un sogno zoppo...
...prova ad ancorarti alla parte più alta di te, quella che ci crede, che sa provare luce vera.
Credile a dispetto di tutto...anche dei tagli necessari.
Non senti che c'è qualcosa di immutabile, che neanche le tue stesse parole deluse riescono a scalfire? Io lo sento da qui.